Ciao, sono Ivan 👋

Leggo. Penso. Scrivo.

Benvenuti nella nuova edizione di Saltinrete dove ogni fine settimana condivido quanto scoperto in rete nell'ultimo periodo.

C'è vita nelle isole di rifiuti di plastica

Che i rifiuti plastici siano un grosso problema per gli oceani lo sappiamo da tempo dato che uccidono delfini, balene, uccelli marini e pesci. Tuttavia da diversi studi scientifici effettuati negli ultimi anni emerge che c'è vita nelle isole di plastica.

Perchè Linux non deve essere per forza complicato

Spesso il sistema operativo Linux è vissuto da molti appassionati come qualcosa che non deve essere adatto a tutti gli utenti, ma questa visione non prende in considerazione che esistono diversi modi per utilizzare il proprio computer (da quello più semplice a quello professionale).

La crisi dei chip durerà ancora parecchio

Secondo analisti e principali aziende del settore la crisi dei microchip continuerà almeno fino al 2023 inoltrato. Si prospettano quindi ancora tempi difficili per chi ha intenzione di cambiare auto o sta aspettando di comprare una consolle di gioco.


Ciao, sono Ivan 👋 — Lettore curioso, un po' nerd. Mi piace stare in mezzo alla natura e scrivere sul blog. Scopri cosa sto facendo e se sei interessato dai una occhiata alla mia rubrica settimanale Saltinrete dove condivido alcuni articoli del web che ho trovato particolarmente rilevanti. Se vuoi puoi contattarmi oppure seguire il mio feed RSS.

Il dibattito pubblico di questi giorni è principalmente concentrato sull'elezione del Presidente della Repubblica, ma per capire chi sarà il nuovo capo dello stato è necessario cercare di guardare prima cosa succederà al governo.

Se Mario Draghi verrà eletto Presidente della Repubblica allora servirà un sostituto che prenda il suo ruolo di Presidente del Consiglio.

Tutto ciò agita i partiti perché crea scenari che mettono in subbuglio le truppe parlamentari che vorrebbero giungere al termine naturale della legislatura senza passare da elezioni anticipate.

Ricordiamoci infatti che almeno la metà degli attuali parlamentari non potrà essere rieletta vista la riforma costituzionale che ha dimezzato i membri di Camera e Senato.

La partita è estremamente complicata ed i leader di partito giocano una partita sul filo del rasoio, ecco perché tutti cercano di nascondere le proprie carte e di giocarsele probabilmente a partire dalla quarta votazione.

Staremo a vedere.


Ciao, sono Ivan 👋 — Lettore curioso, un po' nerd. Mi piace stare in mezzo alla natura e scrivere sul blog. Scopri cosa sto facendo e se sei interessato dai una occhiata alla mia rubrica settimanale Saltinrete dove condivido alcuni articoli del web che ho trovato particolarmente rilevanti. Se vuoi puoi contattarmi oppure seguire il mio feed RSS.

Siete in possesso di un Kindle Fire di Amazon ma necessitate di una applicazione non presente nello store ufficiale?

Potete provare ad utilizzare Aurora Store, uno store alternativo ed open source che vi consente di scaricare applicazioni presenti sul Play Store.

Dal un punto di vista della sicurezza è sempre meglio evitare di scaricare applicazioni sconosciute abilitando l'installazione di APK di terze parti.

In questo caso consiglio di fare riferimento al sito ufficiale del progetto di Aurora Store, evitando di scaricare questa applicazione da altre origini non ufficiali.

Recandovi su questo sito fate attenzione a non confondervi con Aurora Droid che invece è un client alternativo ad F-Droid.

Ricordatevi che per poter installare Aurora Store dovrete abilitare l'installazione da APK di terze parti sul vostro Kindle Fire.

Per poterlo fare:

  • Dal Fire, vai in una delle seguenti posizioni a seconda del tuo dispositivo: Dispositivi dalla 5a all'8a generazione – “Impostazioni” > “Sicurezza” > “App da fonti sconosciute“
  • Apri il browser web Kindle Fire e scarica il file APK
  • Apri l'area di notifica (barra in alto)
  • Seleziona “Installa“

A questo punto avviate Aurora Store ed in pochi passaggi dovreste poter accedere alle stesse applicazioni del Play Store di Google.

Attenzione: evitate di eseguire il login di un account Google per scaricare applicazioni a pagamento già acquistate. Ciò viola infatti i Termini e Servizi di Google quindi il vostro account potrebbe essere bloccato.


Ciao, sono Ivan 👋 — Lettore curioso, un po' nerd. Mi piace stare in mezzo alla natura e scrivere sul blog. Scopri cosa sto facendo e se sei interessato dai una occhiata alla mia rubrica settimanale Saltinrete dove condivido alcuni articoli del web che ho trovato particolarmente rilevanti. Se vuoi puoi contattarmi oppure seguire il mio feed RSS.

Benvenuti nella nuova edizione di Saltinrete dove ogni fine settimana condivido riflessioni su quanto scoperto in rete nell'ultimo periodo.

La sfida dei diritti

Sull'Huffington Post Pina Picierno ci ricorda che una delle vere sfide del 2022 sarà quella di fare in modo che la politica estera dell’Unione Europea sia costruita tenendo come stella polare la ricerca della libertà e l’affermazione dei diritti umani.

Tecnologia ed egittologia

Grazie ad un sofisticato apparecchio per la tomografia computerizzata tridimensionale il famoso egittologo Zahi Hawass e la radiologa Sahar Saleem sono riusciti a sbendare virtualmente la mummia di Amenofi I vecchia di tremila anni.

Gli NFT sono una buona cosa?

Uno dei trend tecnologici più importanti del 2021 sono stati sicuramente gli NFT, non tutti sono però d'accordo sull'utilizzo di questo nuovo strumento disponibile grazie alla blockchain. Alcuni sollevano dubbi legati all'inquinamento prodotto da questa ulteriore infrastruttura tecnologica e sull'effettivo senso di possedere qualcosa che digitalmente può essere replicato infinite volte.

#saltinrete


Ciao, sono Ivan 👋 — Lettore curioso, un po' nerd. Mi piace stare in mezzo alla natura e scrivere sul blog. Scopri cosa sto facendo e se sei interessato dai una occhiata alla mia rubrica settimanale Saltinrete dove condivido alcuni articoli del web che ho trovato particolarmente rilevanti. Se vuoi puoi contattarmi oppure seguire il mio feed RSS.

Anche oggi scrivere un blog ha molto senso, vi spiego il motivo

Negli ultimi anni il blog ha subito un ridimensionamento. Dopo il boom iniziale in cui fiorivano piattaforme blog e tutti volevano aprirne uno, molti di questi (la maggioranza) sono stati velocemente abbandonati in favore di social o piattaforme come Youtube.

Oggi ho deciso di scrivere una breve e semplice guida controcorrente sul perchè ritengo sia ancora molto interessante avere il proprio blog. Non voglio illuderti, non ho formule magiche da fornirti, solo qualche utile suggerimento che sono convinto potrà aitutarti.

Un pizzico di storia

In principio il blog fu una rivoluzione. Ben prima dei social il blog consentiva di poter tenere un diario personale su cui scrivere delle proprie passioni o su argomenti di interesse generale. L'euforia iniziale lasciò presto il campo alla consapevolezza che produrre contenuti di qualità non era semplice, che ricevere un discreto numero di visite era veramente difficile e soprattutto richiedeva un costante e duraturo impegno.

Un limitato numero di blogger divenne famoso ed i loro blog molto seguiti, ma la maggior parte di chi si cimentò nell'impresa presto abbandonò i propri diari online.

Con il passare dell'interesse nei blog molte piattaforme chiusero ed una breve (ma intensa) epoca del web cadde velocemente nell'oblio.

Oggi il blog è parte di una presenza online multiforme

Quanto scritto in precedenza è solo un veloce e tutt'altro che esaustivo riassunto di ciò che è accaduto.

Oggi il blog si è evoluto ed è diventato un mezzo utilizzato dalle aziende per tenere aggiornati i propri consumatori sulle novità. Anche chi è nato come blogger ed è diventato un influecer oggi lo utilizza in maniera simile alle aziende: un modo per rilanciare i propri contenuti che vengono pubblicati in forma di post sui social (Instagram, Facebook, Twitter) o su piattaforme video come Youtube.

Prima di aprire un blog pensa il perchè lo vuoi aprire

In rete troverai un sacco di guide che ti diranno come aprire un blog di successo. Ritengo che la maggior parte di quelle guide siano troppo entusiastiche e semplicistiche, altre estremamente tecniche e complicate. Personalmente poi non voglio annoiarti e ripetere cose già scritte e riscritte. Voglio solo spiegarti perchè io penso che continui ad essere un modo interessante di produrre contenuti. Perchè in definitiva è di questo che si tratta: un blogger crea contenuti.

Vantaggi dello scrivere un blog

Io vado controcorrente. Lascia perdere chi ti promette guide miracolose con cui arricchirti con un blog, lascia perdere le guide che ti spiegano come ottimizzare al meglio il tuo sito per Google. L'epoca d'oro dei blog è passata e gli algoritmi di Google cambiano costantemente. Crearti false aspettative sarà solo un modo per farti stancare e chiudere ben presto il tuo blog.

I social non sono delle alternative

In molti pensano che avere un profilo social sia un'ottima alternativa al blog. Dipende. Sul tuo blog sei il padrone, all'interno dei social sei un utente (anzi molto spesso un cliente). Ciò significa che gli algoritmi del social oggi potrebbero premiarti ma domani invece penalizzarti senza alcun motivo apparente. Non si tratta di un problema remoto, a molti utenti è successo e ti assicuro che per chi ha puntato tutto su una presenza online social non è stato affatto divertente vedersi penalizzati dall'oggi al domani.

I miei suggerimenti su come scrivere un blog

Crea contenuti che ti piacciono su argomenti che ti interessano. Scrivi articoli pensando a cosa può servire ai tuoi lettori e non a come guadagnare dagli articoli e scalare i risultati delle ricerche di Google. Insomma scrivi per il gusto di scrivere e tieni presente che serviranno mesi ed anni per vedere un risultato. Ma se sarai costante sicuramente ti sentirai soddisfatto perchè hai creato qualcosa di tuo a cui tieni davvero.


Ciao, sono Ivan 👋 — Lettore curioso, un po' nerd. Mi piace stare in mezzo alla natura e scrivere sul blog. Scopri cosa sto facendo e se sei interessato dai una occhiata alla mia rubrica settimanale Saltinrete dove condivido alcuni articoli del web che ho trovato particolarmente rilevanti. Se vuoi puoi contattarmi oppure seguire il mio feed RSS.

Benvenuti nella nuova edizione di Saltinrete dove ogni fine settimana condivido quanto scoperto in rete nell'ultimo periodo.

Inizia ad esserci troppo traffico sopra le nostre teste

I nostri cieli cominciano ad essere troppo affollati, un problema che impatterà non solo sugli astrofili ma anche sulla attività spaziale come la recente sfiorata collisione tra la stazione spaziale cinese ed un satellite di Starlink ha mostrato.

C'è vita oltre a Google?

Nel 2021 è nato un motore di ricerca che intende ribaltare il concetto di motore di ricerca. Cosa intendo dire? Colossi come Google e Bing offrono gratutitamente i loro servizi, in realtà però tracciano le vostre ricerche online proponendo pubblicità che si adattano ai vostri gusti. Neeva.com fa esattamente il contrario, l'utente paga 4,95 usd al mese per poter usufruire di un motore di ricerca senza pubblicità e che promette di non tracciarvi. Per ora il servizio è attivo solo negli USA, vedremo se nei prossimi mesi estenderanno la loro attività in altri paesi. C'è però da dire che il settore delle ricerche online è molto vario e vi sono già diversi altri motori di ricerca che sono privacy friendly.

Il bidet non è per tutti

Vi siete mai chiesti perchè in molti paesi non c'è il bidet? All'origine del suo mancato utilizzo vi era il pregiudizio che fosse legato a pratiche immorali, idea che ha attecchito particolarmente bene nei paesi protestanti rispetto a quelli cattolici.

#saltinrete


Ciao, sono Ivan 👋 — Lettore curioso, un po' nerd. Mi piace stare in mezzo alla natura e scrivere sul blog. Scopri cosa sto facendo e se sei interessato dai una occhiata alla mia rubrica settimanale Saltinrete dove condivido alcuni articoli del web che ho trovato particolarmente rilevanti. Se vuoi puoi contattarmi oppure seguire il mio feed RSS.

E' passato un anno da quando scrissi un articolo con alcune mie brevi considerazioni a caldo sul congresso americano sotto attacco.

All'epoca diversi sostenitori di Trump fecero irruzione nel Campidoglio causando morti e feriti.

Nonostante tutto Trump non ha mai riconosciuto l'esito del voto che ha visto la vittoria di Joe Biden.

A distanza di un anno quindi permane ancora uno dei grandi problemi (a mio parere) emersi al tempo, ovvero quello di una superpotenza occidentale che pensavamo democraticamente forte ma che invece si è dimostrata fragile.

Si tratta di una ferita che non potrà essere rimarginata in breve tempo e che dal mio punto di vista ha reso gli USA più deboli nello scacchiere mondiale.

Gli Stati Uniti hanno sempre presentato se stessi come la più grande democrazia occidentale ed hanno sempre cercato di esportare i propri valori nel mondo (con esiti a volte disastrosi). Oggi però la loro credibilità da questo punto di vista non è più quella di un tempo dato che la loro immagine di democrazia impeccabile è stata offuscata da quanto accaduto a Capitol Hill.

Questa difficoltà si va a sommare ad altre criticità e sta mettendo in seria difficoltà gli Stati Uniti nei confronti di potenze come Cina e Russia che mai come nel passato recente paiono sempre più in grado di far sentire la loro voce nel consesso internazionale.


Ciao, sono Ivan 👋 — Lettore curioso, un po' nerd. Mi piace stare in mezzo alla natura e scrivere sul blog. Scopri cosa sto facendo e se sei interessato dai una occhiata alla mia rubrica settimanale Saltinrete dove condivido alcuni articoli del web che ho trovato particolarmente rilevanti. Se vuoi puoi contattarmi oppure seguire il mio feed RSS.

Forse vi sarete accorti che da qualche tempo ho deciso di dire addio alle TBR (To Be Read) ed ai Wrap Up del mese.

Se all'inizio ho trovato molto stimolante l'idea di avere una lista di libri da leggere durante il mese, alla lunga l'ho trovato abbastanza limitante perchè mi sono reso conto di preferire scegliere un nuovo libro sul momento senza dovermi precludere alcun titolo.

Allo stesso modo penso che anche i Wrap Up così come li avevo concepiti non siano di grande interesse per molti lettori di questo blog.

Quindi per il momento non pubblicherò più questo tipo di articoli cercando invece di concentrarmi su contenuti che possano essere di maggiore interesse per coloro che mi seguono.


Ciao, sono Ivan 👋 — Lettore curioso, un po' nerd. Mi piace stare in mezzo alla natura e scrivere sul blog. Scopri cosa sto facendo e se sei interessato dai una occhiata alla mia rubrica settimanale Saltinrete dove condivido alcuni articoli del web che ho trovato particolarmente rilevanti. Se vuoi puoi contattarmi oppure seguire il mio feed RSS.

Ecco la mia lista di buoni propositi di lettura per questo nuovo anno che sta per iniziare.

Classici

Voglio proseguire nella lettura di classici sia dell'Ottocento che del Novecento.

Lo scorso anno ho letto con piacere Kafka, Fitzgerald, Steinbeck e Dostoevskij.

L'intenzione è quella di inframezzare queste letture più impegnative con altre più leggere.

Gialli

Sono la mia comfort zone, libri non molto impegnativi che generalmente si lasciano leggere con estrema facilità.

In particolare in questi ultimi anni apprezzo sempre molto il giallo nordico di cui adoro le atmosfere fredde e cupe.

Un altro sottogenere che ha sempre avuto una grande attrazione su di me è quello hard boiled, una volta incontrato Philip Marlowe è difficile staccarsi dalle pagine.

Fantascienza

Intendo proseguire il mio viaggio nella lettura di libri ambientati in strani mondi del futuro.

Mi piacerebbe anche poter leggere qualche distopico se ve ne sarà occasione durante l'anno.

Narrativa

Sarebbe bello per me riuscire a leggere molta più narrativa nel 2022, scoprendo nuovi generi letterari ed autori che non ho ancora letto.

Vorrei però evitare di seguire le mode editoriali del momento, darò quindi la preferenza a titoli usciti qualche anno fa.


Ciao, sono Ivan 👋 — Lettore curioso, un po' nerd. Mi piace stare in mezzo alla natura e scrivere sul blog. Scopri cosa sto facendo e se sei interessato dai una occhiata alla mia rubrica settimanale Saltinrete dove condivido alcuni articoli del web che ho trovato particolarmente rilevanti. Se vuoi puoi contattarmi oppure seguire il mio feed RSS.

Con Firefox 93 Mozilla ha introdotto i suggerimenti sponsorizzati che inviano le tue ricerche a Mozilla. In realtà questa funzione è attualmente disponibile solo per un numero limitato di utenti negli Stati Uniti. Se non sei disposto a offrire i tuoi dati di ricerca, puoi facilmente disabilitare questa funzione nella pagina “Impostazioni” di Firefox. Una semplice guida per farlo è qui.


Ciao, sono Ivan 👋 — Lettore curioso, un po' nerd. Mi piace stare in mezzo alla natura e scrivere sul blog. Scopri cosa sto facendo e se sei interessato dai una occhiata alla mia rubrica settimanale Saltinrete dove condivido alcuni articoli del web che ho trovato particolarmente rilevanti. Se vuoi puoi contattarmi oppure seguire il mio feed RSS.